Esistono diverse varietà di gin tonic e altrettante alternative di contorni e di bicchieri, ma in questo articolo vi proponiamo 5 Gin Tonic particolari!

  • LA STORIA

Il Gin Tonic è un long drink a base di gin e acqua tonica, utilizzato dall’esercito britannico stanziati in India per mescolare la loro dose medicinale di acqua tonica, che conteneva chinino per scongiurare la malaria, con una razione giornaliera di Gin.

Successivamente, venne diffusa anche nel mondo parigino, intorno agli anni settanta e ottanta del XIX secolo, grazie ad alcuni studenti che portarono questa bevanda nella capitale della Francia.

Oggi il gin & tonic è più popolare che mai, famoso in tutto il globo; è possibile prepararlo con infinite tipologie di gin e acque toniche e con numerose guarnizioni e spezie da aggiungere, come cetriolo, pompelmo e zenzero.

Tra i gin più noti, non possono mancare l’Hendrick’s Gin, il Gin Mare, il Tanqueray nella sua versione più pregiata e il Monkey 47. La sua preparazione è sostanzialmente semplice e nella sua ricetta originale si più giocare su pochi ingredienti flessibili in base all’intensità che si vuole dare.

  • COSA UTILIZZARE

Gli spagnoli usano il bicchiere Copa de Balon per servire il gin tonic, un grande bicchiere balloon che consente di sprigionare i meravigliosi aromi degli estratti vegetali del drink, aggiungendo un ulteriore livello di sapore. Per degustarlo a casa, un bicchiere da vino è un sostituto perfetto.

Aggiungi prima il ghiaccio, l’ideale sono dei cubi grandi e trasparenti ed è meglio averne in abbondanza; più ghiaccio metti, meno probabilità hanno di sciogliersi e diluire il tuo drink. Versaci una dose di gin seguita da tre dosi di acqua tonica.

Poichè il lime è un agrume dolce, si abbina alla perfezione ad un gin tonic classico. In queste ricette, ci sono altre alternative al lime, ma la scorza degli agrumi permettono di avere un succo vero e proprio del frutto, quindi sbuccia una striscia dall’esterno, spremila sulla parte superiore del bicchiere per spruzzare l’olio del drink.

La scorza utilizzata lasciala cadere nel bicchiere e bevi direttamente dal bicchiere invece che attraverso una cannuccia per goderti un’esperienza degustativa completa.


 

1 – London Dry Gin

Il Sabatini Gin è un premium gin molto aromatico, prodotto con nove botanicals di provenienza toscana: ginepro, coriandolo, iris, finocchio selvatico, lavanda, foglie di olivo, timo, verbena e salvia.

Per esaltare il gusto, puoi miscelarlo con la tonica Scortese di Bevande Futuriste, bibita molto particolare grazie all’aggiunta di un estratto di tè verde, di cardamomo nero, lemongrass, estratto di china naturale e pochissimo zucchero.

Il tocco finale per questo gin tonic è un rametto di timo unito alla scorza di limone.

 

 

2 – Gin Mare

Il Gin Mare è una creazione spagnola che fa assaporare il gusto del Mediterraneo. Prodotto con una ricca gamma di botanicals, come olive spagnole Arbequina, timo greco, rosmarino turco, basilico italiano, cardamomo, coriandolo, bacche di ginepro e agrumi di Spagna, regala note erbacee e sfumature aromatiche e speziate.

Il gin è esaltato dalla tonica mediterranea di fever tree, che nasce dalla miscela di oli essenziali presenti in fiori, frutti ed erbe raccolti sulle coste del mediterraneo, abbinate a un estratto di chinino di primissima qualità.

Questo gin tonic può essere servito con una scorza di limone e tre foglie di basilico.

 

 

3 – Gin di Hendrick

Tra le caratteristiche principali del Gin Tonic Hendrick’s si possono trovare il sapore semplice, leggero e fresco, e la grande facilità nella sua preparazione.

Non serve altro che prendere un bicchiere hightball riempito di ghiaccio a cubetti, unire acqua tonica, gin Hendricks e 3 fette di cretiolodo, dopodichè mescolare leggermente e servire.

Questo cocktail è sicuramente adatto per essere presentato durante una festa, una cena, per rilassarsi a casa, un brunch alcolico o anche un aperitivo.

 

 

4 – Gin London Dry Tanqueray

Il Gin Tanqueray è una delle etichette del mondo del Gin più conosciuta e apprezzata in assoluto. Il suo stile secco, fresco, delicato ed essenziale, nasce dall’utilizzo di solo quattro botalicals principali: bacche di ginepro, radice di angelica, coriandolo e liquirizia.

Un buon gin tonic viene preparato con sapori leggeri di agrumi e una grande miscela di prodotti botanici, come il Tanqueray. Per prepararlo non serva altro che riempire un bicchiere di ghiaccio fino all’orlo, aggiungere il gin e l’acqua tonica, spremere due lime nel cocktail e mescolare bene. Infine, servire con rametti di menta.

 

5 – Bulldog Gin

Bulldog Gin ti regala un gin tonic dal gusto fresco, morbido e floreale, grazie al suo bouquet di botaniche unico e distintivo.

Per la sua preparazione perfetta, procurati uno spicchio di lime o pompelmo rosa, oppure delle more. In un bicchiere inserisci del ghiaccio, versa il gin e aggiungi acqua tonica, mescola il tutto con un cucchiaino e guarnisci con una fetta di lime/pompelmo, ma anche tre more raccolte con un bastoncino per cocktail.

Torna Indietro